Palazzo Beato Jacopo, 1- 17019 Varazze (SV)
+39 019 97648
info@radioskylab.cloud

#SkylabNEWS Unione Nazionale Vittime: coordinamento ligure

Tutta la Musica che c'è

#SkylabNEWS Unione Nazionale Vittime: coordinamento ligure

SI RINNOVA COORDINAMENTO REGIONALE LIGURE

In queste ora la decisione tramite votazione

Milano, 17 novembre 2020. Si riunirà in queste ore il direttivo nazionale dell’Associazione “Unione Nazionale Vittime” (Unavi) per eleggere un nuovo referente per il territorio ligure.

A comunicarlo il presidente Paola Radaelli in una nota interna in cui si ringrazia Barbara Bavastro, fino ad oggi rappresentante della regione: “Quella con Barbara è stata una collaborazione proficua giunta purtroppo al capolinea per problemi personali che speriamo presto possa risolvere – afferma la Radaelli – Unavi in Liguria è cresciuta molto ed ha trovato il sostegno di professionisti che si sono messi a disposizione delle vittime. Proprio per questo non possiamo purtroppo fare a meno di un coordinatore e presto annunceremo la scelta”

Nel frattempo, l’attività dell’associazione prosegue e chiunque necessitasse di informazioni o aiuto potrà rivolgersi alla presidente “Fino a che non voteremo il nuovo referente, le persone troveranno in me il punto di riferimento per attivare tutte le misure utili a seguire e provare a risolvere i casi”. La Radaelli sarà la mediatrice in questa fase di cambiamento con i membri liguri: avvocati e psicologi in particolare, ma pure membri della rete creatasi che sono pronti all’ascolto e, soprattutto, all’azione.

L’Associazione

Unavi nasce da questo: persone sensibili che mettono a disposizione le proprie competenze per aiutare vittime di reati violenti di ogni genere. Ed è composta anche da persone che hanno vissuto vere e proprie tragedie provenienti da tutta Italia: “Siamo stati più volte ascoltati dai membri del Parlamento, ricevuti dai rappresentanti regionali per sensibilizzare sull’argomento – spiega la Radaelli – In particolare, uno degli ultimi progetti accolti in Piemonte e Liguria, ma presto speriamo anche nelle altre regioni, è l’istituzione del Garante del Vittime”.

Tutte le vittime, ci tiene a specificare “Non esistono priorità quando vi sia violenza ed è necessario dare alle vittime ed alle loro famiglie la certezza della pena velocizzando i tempi di attuazione delle leggi, modificandole ove sia il caso e dando i mezzi necessari per affrontare processi che purtroppo troppo spesso durano molti anni e costringono a spese legali e di spostamento onerose” sottolinea la Radaelli. Negli anni Unavi, pur non avendo scopo di lucro e vivendo quindi del sostegno delle persone comuni, ha aiutato centinaia di persone fornendo gratuitamente servizio legale, supporto psicologico e talvolta partecipazione alle spese “E’ capitato di vivere processi lunghissimi, svolti molto lontano dalla zona residenza della vittima che hanno costretto a molteplici viaggi provocando anche problemi lavorativi a chi fosse coinvolto” conclude Radaelli.

Unavi non si è mai tirata indietro e continua a crescere, accogliendo chiunque voglia dare il proprio supporto e, magari, un piccolo contributo.

Info: www.unaviunionenazionalevittime.it

Paola Radaelli: 3482401371

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *