Palazzo Beato Jacopo, 1- 17019 Varazze (SV)
+39 019 97648
info@radioskylab.cloud

#SKYLABNEWS – Intesa Unavi e Civico 54 per sostegno psicologico alle vittime

Tutta la Musica che c'è

#SKYLABNEWS – Intesa Unavi e Civico 54 per sostegno psicologico alle vittime

UNIONE NAZIONALE VITTIME (UNAVI) E CENTRO DI VITTIMOLOGIA CLINICA FORENSE E DI COMUNITA’ – CIVICO 54 SIGLANO UN PROTOCOLLO D’INTESA

Paola Radaelli e Antonino Giorgi: “Le vittime hanno bisogno di sostegno anche psicologico, ma lo Stato non provvede alle spese di questi professionisti, non considerate mediche”

Genova, 28 Gennaio 2021

PREMESSA

Ogni giorno leggiamo ed apprendiamo dai media notizie su atti di violenza le cui vittime dirette fanno fatica a trovare giustizia, mentre i familiari, oltre al lutto, affrontano lunghi processi, talvolta della durata di anni, senza alcun aiuto da parte dello stato: “Unavi nasce con l’intento di sostenere queste persone, esse stesse vittime, che spesso si trovano sole, senza la possibilità di seguire un percorso psicologico adeguato” ricorda Paola Radaelli, presidente dell’Associazione.

Oltre alle spese legate all’assunzione di un avvocato, di spostamento in caso il processo avvenga lontano dalla propria città di residenza, Unavi riceve quotidianamente richieste di sostegno psicologico. “L’associazione ha iniziato da subito a mettere a disposizione i propri legali e, quando possibile, aiutato economicamente i parenti delle vittime per spese vive – continua la Radaelli – Ma questo non bastava e così, al proprio interno, ha coinvolto psicologi che offrissero supporto”. Tra questi Antonino Giorgi che anche nel periodo del lockdown si è reso disponibile per i membri di Unavi che si sentissero in difficoltà. “In questo periodo, le violenze domestiche sono aumentate enormemente ed i protagonisti/vittime, che già normalmente raccontavano la difficoltà di riuscire a denunciare i soprusi, si trovavano anche nell’impossibilità di poter uscire per trovare sostegno o liberarsi temporaneamente degli aguzzini”.

 

L’attività di Unavi si estende a tutto il territorio italiano ed anche in Liguria è attiva con i propri professionisti facenti capo al coordinatore regionale: Valentina Jannacone

IL PROTOCOLLO SI INTESA

Da questa collaborazione, è nata l’idea di un protocollo di intesa per aiutare i parenti delle vittime a sopportare il peso del proprio indicibile dolore.

“Il crescente bisogno sociale della popolazione necessita della creazione di collaborazioni tra realtà operanti in tutto il territorio nazionale e di nuove iniziative mirate a creare forme di collaborazione ed integrazione tra queste, allo scopo di realizzare sinergie operative e di supporto alla società tutta ed ai destinatari diretti ed indiretti” si legge sul documento.

“Solamente attraverso iniziative e progetti ampiamente accessibili e rapidamente divulgabili si gettano le basi affinché le rispettive attività possano avere gli effetti desiderati ed una partecipazione significativa” afferma Giorgi, psicologo e rappresentante legale del Centro di vittimologia clinica, forense e di comunità – Civico 54.

Le parti ritengono infatti che la sinergia creatasi possa favorire importanti occasioni di divulgazione, confronto, sviluppo e supporto a tout-court delle vittime.

“Ciò che desideriamo fare – conclude Paola Radaelli – è accogliere e supportare le vittime ed i loro vissuti, guidandole in un percorso personalizzato che possa rispondere al meglio alle loro esigenze anche economiche*; sensibilizzare la società relativamente all’esistenza di varie forme di vittimizzazione ed alla necessità di porre la società stessa come elemento fondamentale di supporto territoriale nei confronti delle vittime”

D’altro canto, la sensibilizzazione è necessaria per rendere le vittime della società consapevoli della propria condizione e della presenza di strutture di supporto specializzate.

*vedi protocollo di seguito

 

PROTOCOLLO D’INTESA

[…]
SI CONVIENE E STIPULA QUANTO SEGUE

 

  • Finalità e natura dell’accordo

Le parti, senza che ciò possa avere i connotati di un’esclusiva, si danno reciproca disponibilità a collaborare, anche eventualmente in iniziative congiunte, in modo sinergico al fine di accrescere l’efficacia degli interventi finalizzati al raggiungimento degli obiettivi indicati in premessa, la quale costituisce parte integrante del presente Protocollo.

  • Oggetto della collaborazione

Le parti convengono che la collaborazione debba consistere nello sviluppo possibilmente coordinato ed integrato dei progetti e delle iniziative coerenti con le finalità sopra indicate, allo scopo dell’ottenimento di un maggiore impatto sociale delle tematiche di comune interesse. Le stesse si danno reciproco consenso a dare, qualora una di essere lo ritenga opportuno, pubblicità esterna al presente accordio, e ciò fino alla durata dello stesso.

  • Accordi di servizio

Civico 54 – Centro di Vittimologia clinica, forense e di comunità, tramite professionisti, di cui il Prof. Giorgi, referente per il centro, ne avrà valutato la specifica competenza, fornirà alle persone indicate da UNAVi un supporto psicologico, dietro corrispettivo dell’importo di Euro 30,00 accollandosi se necessario ulteriori esborsi spettanti al clinico preposto.

[…]

  • Risorse

Il presente Protocollo non comporta scambio di fondi tra le parti.

Ogni parte si impegna a sostenere esclusivamente gli oneri gravanti sulla medesima in conseguenza alle attività necessarie all’attuazione del presente Protocollo.

[…]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *