• VJ77

Ciao Andrea, ci mancherai


Noi amiamo la musica, ma questa, come la scrittura vive di ritmo, di passione, di coinvolgimento.

Come in una bella canzone, le prime battute sono gentili, "lente" e, mano a mano che in testo e le note incalzano coinvolgendo di più l'ascoltatore, la melodia prende velocità fino al raggiungimento di un climax, per poi risolversi nel finale, lasciandoci sconvolti, talvolta malinconici, altre sorridenti... di certo più ricchi di una melodia nell'anima.


Noi ascoltiamo i libri ed in essi troviamo la conoscenza dell'autore, condividiamo con lui un episodio della vita, un momento di empatia assoluta. Anche chi legge ascolta: ogni parola ha un suono diverso, ogni autore è un compositore dal proprio stile.


Andrea Camilleri era un musicista che sapeva far percepire musica classica e pop in un'alternanza di emozioni. Camilleri era un DJ che infiammava gli animi dei lettori, avidi nell'attesa della prossima pubblicazione; un fonico, perché sapeva cogliere il momento giusto per aumentare o diminuire il volume dei sentimenti. Camilleri era uno speaker, dalla voce che sapeva adattarsi nella mente di ognuno; un cantautore in stile Battisti, ma pure un po' Vasco; un compositore di liriche e sinfonie, un pianista... Camilleri era arte, in ogni forma che possa al fine giungere in quella sonora.


Come ogni padre sopravvive ai figli, i tuoi libri renderanno immortale la tua presenza nelle case di ognuno. Ciao Andrea, che le nostre note ti accompagnino alla scoperta del tuo romanzo personale




12 visualizzazioni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now