Palazzo Beato Jacopo, 1- 17019 Varazze (SV)
+39 019 97648
info@radioskylab.cloud

Fischiettando: Commento alla decima giornata arbitrale

Tutta la Musica che c'è

Fischiettando: Commento alla decima giornata arbitrale

a cura di Titti – DNA RossoBlu
Giornata pazza quella andata in scena nel weekend, con ottime prestazioni alternate ad altre che hanno fatto a dir poco discutere.

Partiamo dalle certezze: 6,5 ad Orsato, che dopo essere stato eletto in settimana miglior arbitro del mondo, non delude le attese e dirige molto bene il derby di Torino, prendendo una decisione difficile ma giusta sul gol annullato a Cuadrado. Giusta anche l’espulsione a Pinsoglio, per il quale un buon tacer non fu mai scritto.
Un altro 6,5 a sorpresa arriva per Manganiello, arbitro solitamente in difficoltà ma che ha arbitrato molto bene a Verona, convincendo. Speriamo non sia solo una casualità.

Molte sufficienze senza grandi colpi di scena : 6 a Valeri, Chiffi, Marinelli e Sacchi, tutti alle prese con partite piuttosto semplici. Manca da parte di Chiffi un giallo a Luiz Felipe, giusto il rosso a Petriccione estratto da Marinelli. Tutto liscio, invece, per Valeri (strano!) e Sacchi.

Senza voto il ‘’povero’’ La Penna, bravo a scegliere di non giocare ad Udine nonostante la -onestamente timida- pressione delle 2 società (Udinese soprattutto).

5,5 a Doveri nel Monday Night tra Fiorentina e Genoa: inizia la partita fischiando ogni contatto, cerca di rendere la partita più viva nel secondo tempo, lasciando correre di più. Dove sta la coerenza? Discutibile il gol annullato alla Fiorentina, discutibile la decisione di far giocare fino a 97’30’’ avendo dato 6 minuti di recupero ma in entrambi i casi non si può parlare di errori clamorosi.

Veniamo ora ai casi più delicati di giornata: Calvarese e Maresca. 5,5 al primo e 4,5 al secondo. Sarò breve e chiaro: Calvarese ha arbitrato nel complesso molto bene, ma con 2 errori che costano cari in termini di voto a lui e di risultato alla partita: manca un rosso a Silva al 36’ e manca un rigore abbastanza netto alla Sampdoria su sgomitata (ingiustificata) di Romagnoli; invece il signor Maresca torna a fare il Maresca: mi sembrava strano che con la partita precedentemente arbitrata molto bene si fosse tolto di dosso la sua pericolosa arroganza e strafottenza ed è infatti bastato vedere Roma Sassuolo per togliere ogni dubbio. Con lui in campo è vietato parlare, pena? L’ammonizione (vedi Mirante) o peggio l’espulsione (vedi Fonseca). Lui non sbaglia mai, non si può contestare, altrimenti sei marchiato: manca un rigore solare alla Roma, manca un’espulsione altrettanto solare ad Obiang e lascia dubbi anche il primo giallo estratto a Pedro. Con costui non c’è nulla da fare, bisogna solo augurarsi di incrociarlo poche volte sul proprio cammino.

Clicca per ascoltare l’intera rubrica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *